Giuliano morto in stage: travolto da una lastra di metallo in fabbrica

giuliano-de-seta-fabbrica
giuliano-de-seta-fabbrica

Parla il papà di Giuliano De Seta, lo studente morto in stage travolto da una lastra di metallo presso la Bc Service di via Volta a Noventa. L’uomo, disperato, ha detto che il suo mondo è finito. La tragedia si è consumata il pomeriggio di venerdì 16 settembre. Giuliano studiava presso un istituto tecnico di Portogruaro e stava effettuando lo stage per dei crediti scolastici. Non è di certo il primo caso quello di Giuliano, ma è sempre difficile (se non impossibile) accettare la prematura fine di un ragazzo con ancora tutta la vita davanti. Come precisa Leggo, per il 18enne era la prima settimana in azienda.

Morto in stage: non c’è stato nulla da fare per Giuliano

Non c’è stato nulla da fare per salvare la vita di Giuliano De Seta: una lastra di metallo di due tonnellate gli è caduta sulle gambe. Queste le parole del padre del 18enne riportate dal Gazzettino: “Il mio mondo è finito”.

L’amico di famiglia: “Era il classico bravo ragazzo”

Luca Sprezzola, amico della famiglia di Giuliano De Seta, ha dichiarato sul 18enne morto: “Giuliano era il classico bravo ragazzo amato da tutti, con un sacco di amici”. Il suo sogno era lavorare nel ramo dell’elettronica e delle nuove tecnologie.