Giuseppe Conte finto ubriaco al Vinitaly, il video della gag

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte mentre spiega cose (foto: Getty Images)

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha partecipato a una finta gag al Vinitaly, ove si è finto ubriaco dopo un fantomatico decimo bicchiere di vino.

Giuseppe Conte scherza per l’occasione con Andro Merkù, il suo più celebre imitatore: con voce forzata e sorridendo, Conte dice alcune cose, tra le quali: “Questo è un messaggio per gli amici della Zanzara, è un’imitazione di Andro Merkù mentre imita me. Questo è un messaggio che inviamo a reti unificate dopo il decimo bicchiere“. Sebbene con i leader della politica sia sempre difficile trovare il confine tra lo scherzo innocente e la smaccata opportunità di creare un’operazione simpatia, l’intervento di Conte è sembrato genuino, e particolarmente ironico.

Di questi tempi l’ironia è una dote rara al governo, con Di Maio e Salvini che giorno dopo giorno si accusano vicendevolmente salvo poi mantenere vivo il progetto di alleanza programmatica tra Movimento 5 Stelle e Lega. Mentre i due leader di partito scherzano raramente, usando soprattutto sui social un tono che varia dal sarcastico al provocatorio, Conte fa il pompiere di professione e spegne costantemente le polemiche attorno al Governo, con un tono più istituzionale rispetto ai suoi ingombranti vice.

Negli Stati Uniti, tanto per fare un esempio, la situazione si è capovolta nel passaggio di consegne tra gli ultimi governi. Prima del serioso e provocatorio governo Trump, c’era Barack Obama – il quale più di una volta si è fatto vedere come promettente cabarettista nelle serate di gala istituzionale, come la cena con i corrispondenti della Casa Bianca e le ospitate nei talk show televisivi. Conte non ha raggiunto certo questi livelli, ovviamente. Ma con questa uscita al Vinitaly ha certamente dimostrato che nonostante la posizione di grande potere che ha tra le mani, può ancora abbassarsi a fare della sana auto-ironia.

Qualche parola anche per l’illustre imitatore, Andro Merkù; secondo la sua biografia è “imitatore, presentatore, giornalista, autore e conduttore radio-televisivo” e in particolare “redattore e terza voce de ‘La Zanzara’ (con Giuseppe Cruciani e David Parenzo) su Radio24. I suoi scherzi telefonici proposti proprio a La Zanzara dal 2010 ad oggi hanno avuto come oggetto di scherno Matteo Renzi, Margherita Hack, Nichi Vendola, Giulio Tremonti, Luciano Moggi, Dino Zoff, Beppe Grillo, Papa Francesco, Silvio Berlusconi e Giuseppe Conte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: