Giuseppe Conte risponde agli attacchi di Renzi: “Meglio se sto zitto”

conte renzi

Giuseppe Conte, dopo la rivelazione degli obbiettivi di Matteo Renzi rispetto alla caduta dell’esecutivo, risponde all’ex piddino con un atteggiamento molto pacato. “È meglio se sto zitto” ha detto il premier ai giornalisti. Il leader di Italia viva ha minacciato la caduta del governo giallo-rosso incappato nelle elezioni regionali in Umbria. Ma secondo l’avvocato del popolo tutto ciò “sarebbe un favore a Matteo Salvini“. Continua quindi lo scontro politico a Palazzo Chigi, mentre sullo sfondo aleggiano la Manovra, i migranti, le prossime elezioni regionali e i vari impegni istituzionali dei prossimi mesi. Il governo sembra dirigersi verso la crisi, ma tutto è ancora in gioco.

Conte risponde a Renzi

Si profila come uno scontro a ferro e fuoco quello tra il premier Giuseppe Conte e il leader di Italia viva Matteo Renzi. Dopo le minacce di caduta del governo giallo-rosso, infatti, l’ex piddino riceve una replica dall’avvocato del popolo, che si rifiuta di commentare la situazione. “Meglio se sto zitto” ha freddato Conte, che al progetto M5s-Pd sembra tenerci molto. Di un’altra idea è invece Renzi, che attende l’occasione giusta per sostituire Conte con un premier più vicino a Italia viva. Aleggia incertezza quindi a Palazzo Chigi, dove le forze politiche continuano a freddarsi e scontrarsi tra loro. Renzi sembra che “stia in qualche modo alzando la posta per avere voce in capitolo sul giro di nomine nelle partecipate, che dovranno essere fatte”. Il vero problema sorgerà nel momento in cui i grillini delusi si aggiungeranno alle fila di Italia viva e cercheranno di far cadere il governo.