Giuseppe Conte su Renzi e la scissione: “Sorpreso dalle tempistiche”

giuseppe-conte-renzi

Alla festa di Articolo Uno il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte esprime la sua opinione in merito alla scissione di Matteo Renzi dal Pd e ai conseguenti nuovi equilibri all’interno della squadra di governo. Intervistato da Enrico Mentana, il Premier ha affermato di essere stato sorpreso dalla decisione dell’ex segretario Dem, ribadendo tuttavia come non sia venuta meno la sostenibilità al progetto governativo.

Giuseppe Conte, le parole su Renzi

Dal palco della festa di Articolo Uno, dopo un breve scambio di saluti con Massimo D’Alema, il Presidente Conte ha raccontato il suo punto di vista sulla situazione politica di questo giorni. In merito al nuovo partito di Matteo Renzi ha dichiarato: “Mi hanno sorpreso i tempi, e l’ho detto francamente a Renzi. Nel momento in cui un presidente incaricato in riserva deve scioglierla, è bene che abbia piena contezza di come si predispongono le forze di governo. Se avessi saputo della decisione, lo dico anche nell’interesse del gruppo che si è formato, avrei preteso e voluto un’interlocuzione diretta con il gruppo stesso”.

Parlando poi della sua appartenenza politica, Conte ha spiegato: “Io non ho avuto incroci, non sono mai stato militante, però sono stato sempre molto attento. La mia è una formazione di sinistra, di cattolicesimo democratico. I miei ragionamenti sono sempre quelli e ho visto che anche le opposizioni mi avevano seguito con attenzione”.

La questione immigrazione

Nel corso dell’intervista Giuseppe Conte interviene inoltre sul tema dell’immigrazione, lanciando un velato messaggio all’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Quando ho parlato di immigrazione non ho mai accettato la formula riduttiva di ‘porti aperti e porti chiusi’ e ho sempre ragionato di rispetto dei diritti fondamentali. Io personalmente non vedo le Ong come nemici del popolo, non ci sarà mai ombra su questo”. Nel finale, Conte ribadisce peraltro la sua ferma contrarietà ad un nuovo accordo con la Lega, affermando: “Il mio no alla Lega detto a Biarritz era all’infinito”.

Parole alle quali ha subito replicato il leader della Lega in un messaggio pubblicato su Twitter: “Conte? Ne conosco solo uno, e allena l’Inter. Altri rispettabili purtroppo non ne conosco”, e ancora: “Conte ha calato le braghe, ha riaperto i porti. Faremo di tutto per bloccarli”.