Giuseppe Provenzano, un economista siciliano per il rilancio del Sud

giorgia ariosto

Si occupa di Sud per professione e vocazione. Giuseppe Provenzano, detto Peppe, è il nuovo ministro per il Mezzogiorno. Politico ed economista, oggi vice direttore della Svimez, l'Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno. Classe 1982, siciliano, è laureato e dottorato in diritto pubblico alla Scuola Superiore 'Sant'Anna' di Pisa.

È membro della Direzione del Pd. La notte del 26 gennaio 2018, quella in cui l'allora segretario Matteo Renzi comunicò alla direzione del partito i nomi dei candidati alle politiche del 4 marzo, Provenzano rinunciò alla candidatura. Una decisione presa in polemica contro il metodo scelto, e perché messo in lista dopo Daniela Cardinale, figlia dell'ex ministro Salvatore Cardinale.

Da giugno 2019 è membro della Segreteria nazionale come responsabile delle politiche del Lavoro. È stato consigliere di Giovanni Legnini quando era sottosegretario al Mef, capo della segreteria dell'assessore per l'Economia della Regione Siciliana (2012- 2014) nella giunta Crocetta e consulente del ministro dell'Ambiente Andrea Orlando.