Giustizia, Anm di Milano: forte sdegno per propaganda penalisti

Fcz

Milano, 23 lug. (askanews) - "La magistratura milanese sente ancor più forte lo sdegno perchè perfino la scomparsa di un proprio tanto illustre componente è stata presa a pretesto dall'associazione dei penalisti per propagandare, attraverso una rappresentazione distorta e strumentale della storia giudiziaria che si è svolta proprio sotto la guida di Francesco Saverio Borrelli, i propri particolari interessi politici e di categoria". Cosi' la sezione milanese dell'Anm replica all'Unione delle Camere Penali che ha espresso "profondo cordoglio" per la morte dell'ex procuratore di Milano Francesco Saverio Borrelli sottolineando tuttavia come la stagione di Mani Pulite fosse stata caraterrizzata dal "radicale sovvertimento dei fondamentali principi di separazione dei poteri".

L'Anm di Milano "condivide e fa proprio" il comunicato diramato ieri dalla Giunta Esecutiva Centrale dell'associazione delle toghe per stigmatizzare la presa di posizione dei penalisti italiani. "Sconcerta - si legge in un passaggio della nota di ieri - che un organismo rappresentativo dell'avvocatura italiana ignori le regole elementari del rispetto, persino nel giorno del lutto, che la migliore parte del Paese, a cominciare dal Presidente della Repubblica, ha dolorosamente manifestato per la scomparsa di un gigante della storia repubblicana, come Francesco Saverio Borrelli".