Giustizia, Annibali (Iv): bene Bonafede su Pas

Pol/Arc

Roma, 23 ott. (askanews) - "È positivo il sostegno del Ministro Bonafede, espresso in Commissione Giustizia, ad iniziative parlamentari affinché l'alienazione parentale, la cosiddetta PAS, pratica che non ha basi giuridiche né scientifiche, non venga più utilizzata dai tribunali". Lo dichiara Lucia Annibali, deputata di Italia Viva, dopo l'audizione in commissione del ministro della Giustizia.

"Non si possono usare parametri soggettivi di valutazione del contesto, i giudici - spiega - devono fare provvedimenti su dati di realtà e non su interpretazioni non oggettivabili", aggiunge.

"Sono, però, anche altri i nodi che il ministro dovrà sciogliere, a partire dalla riforma dell'affido, che - sottolinea- auspico sia affrontata con lucidità ed equilibrio e quindi non sull'onda dell'emotività legata alla cronaca. Anche sul codice rosso è necessario lavorare e valutare correttivi e integrazioni sulla base delle osservazioni e delle criticità che stanno emergendo. È l'inizio di un percorso, ora - conclude Annibali - dobbiamo lavorare perché, nell'affrontare le questioni ancora in campo, sia sempre presente il bene dei più fragili".