Giustizia: attivisti M5S in piazza Montecitorio, fermare riforma Cartabia

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 lug. (Adnkronos) – Scendono in piazza Montecitorio gli attivisti del M5S, per dire no alla riforma Cartabia che, "di fatto, cancella quanto fatto dal Movimento sulla prescrizione". Capitanati dalla consigliera regionale del Lazio M5S Francesca De Vito, i 5 Stelle scesi in piazza chiedono che ora i parlamentari grillini, "a partire da Bonafede, dicano no alla riforma, e che i ministri che hanno votato questo obbrobrio giuridico in Cdm scendano qui, tra noi, a spiegare le loro ragioni", dice ancora De Vito mentre qualche fischio si leva dalla piazza, dove sono raccolte poche decine di attivisti. Tra loro, si fanno spazio anche ex esponenti del M5S, come Andrea Colletti e Mattia Crucioli, che dopo essersi allontanati dal Movimento hanno fondato alla Camera la componente politica L'Alternativa c'è.

"Parliamo di una riforma – attaccano De Vito e Crucioli – che potrebbe creare enormi danni alle procedure processuali rischiando di annullare anche importanti processi in corso contro la criminalità, e non lo diciamo solo noi ma gli addetti ai lavori”. "Noi siamo fuori da questo Palazzo ma non dal M5S – dice De Vito – il Movimento ha ancora un'anima che noi vogliamo difendere e preservare, e lo faremo fino alla fine".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli