**Giustizia: Baldassarre, 'd'accordo con Draghi su obiettivi, ma servono misure drastiche'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Ma anche sul fronte civile, i tempi del processo in Italia "sono abnormi e drammatici e come si dice – chiosa Baldassarre – giustizia ritardata è giustizia negata. Il processo civile va drasticamente riorganizzato puntando alla ragionevole durata ed è necessario essere più garantisti nel piano d'azione penale rispetto al potere dei Pm e rompendo il circolo pubblici ministeri – mass media. Sono – rimarca – problemi di civiltà giuridica".

Separazione di carriere? "Sì – risponde l'ex presidente della Corte costituzionale – ma non credo la faranno. Non hanno questo coraggio ma se già facessero il resto sarebbe uno dei pezzi della soluzione. Sarebbe anche necessario regolare l'esercizio dell'azione penale la cui obbligatorietà, prevista dalla Costituzione, è divenuta nei fatti di pura facciata. Sarebbe anche importante che si facessero valutazioni di merito sull'attività dei giudici e dei pm – conclude – in modo da non lasciare la sola anzianità come criterio di avanzamento di carriera".

(di Roberta Lanzara)