Giustizia: Bettini, 'tema che riguarda identità partito e confronto con M5S' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "So bene -afferma Bettini- che il Parlamento ha istruito sulla giustizia un lavoro eccellente. Il testo della ministra della Giustizia Marta Cartabia, e la possibile approvazione dei tanti emendamenti in campo, faranno fare un passo in avanti decisivo verso una giustizia 'giusta'. Il merito va anche al Pd e all'ispirazione innovatrice che guidò il ministro Orlando. In particolare alle donne del Pd: tra le quali Anna Rossomando e Monica Cirinnà".

"Ma al di là di questi importanti risultati, la sinistra ha bisogno di una sua ricollocazione ideale e valoriale circa questi temi decisivi per la Repubblica. Il referendum è ritenuto uno strumento sbagliato per affrontarle? Comprendo le opinioni diverse. Le rispetto. E vi rifletto. Dispiace, tuttavia che, anche da una parte del mio partito, non sia stata colta questa sollecitazione ad andare molto al di là di un passaggio contingente, seppur essenziale, delicato e impegnativo".

"In questi mesi di grande lavoro, il segretario Enrico Letta ha spronato a costruire una più chiara identità del Pd. Ma, se l’identità non è una ricerca astratta e autoconsolatoria, deve essere una visione del mondo che attraversa la storia, i sentimenti, la cultura della Nazione. E che cos'è una visione del mondo, se non include i principi di massimo rispetto e di garanzia per tutti gli esseri umani? E come si può penetrare il tema della giustizia, se viene affrontato esclusivamente in un combattimento sulle regole e sui codici?" (segue)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli