Giustizia: Boccia, 'riforma ad un passo, Salvini come al solito cerca conflitto'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 giu. (Adnkronos) – "L'importante è non utilizzare la giustizia per una battaglia politica. La riforma, secondo me epocale, che la ministra Cartabia sta discutendo con le forze politiche in Parlamento dovrebbe prendere gli sforzi di tutti noi, perchè è una coda che possiamo fare in questi mesi, finalmente unisce tutti e rende la nostra giustizia davvero più giusta. Il referendum va su alcune parti marginali, ora è così complesso concentrarsi sulla riforma, far passare tutti i temi che uniscono le forze politiche sarebbe un risultato epocale e poi insieme verificare quali sono le cose che non siamo riusciti a far passare". Lo ha affermato Francesco Boccia, responsabile Enti locali del Pd, ospite di 'Agenda' su Sky Tg24.

"Le battaglie referendarie -ha aggiunto- si possono fare anche insieme, ma vanno fatte non contro le riforme che si fanno in Parlamento. Sembra che questa opzione serva per dire: sì, stiamo facendo questa riforma in Parlamento ma ci vuole altro, ma se la stiamo facendo lavoriamo in Parlamento e completiamola. Se vogliamo tutti la si può fare entro l'estate, ed è una cosa rivoluzionaria se penso a quanto la giustizia è stata divisiva tra le forze politiche negli ultimi 25 anni".

"Siamo ad un passo dalla meta, ma perchè non lavoriamo su quell'obiettivo insieme? Siamo alle solite, Salvini -ha concluso Boccia- ogni volta che c'è un obiettivo che può consentire al Paese di fare il salto di qualità sposta la partita dall'altra parte e cerca il conflitto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli