Giustizia, Bongiorno: il piano dei 5 Stelle non dà soluzioni

Rus

Roma, 2 ago. (askanews) - "L' obiettivo della Lega è quello di accelerare i tempi del processo e garantire l' indipendenza della magistratura. Se la proposta fosse stata questa, sarebbe stata approvata in tre minuti. Ma la verità è che io ho sempre detto a Bonafede che nel loro progetto mancavano le soluzioni, che non è effettivamente incisivo. E poi che, appunto, abbiamo bisogno di una riforma complessiva". Lo spiega il ministro alla Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, in un'intervista al Corriere della Sera.

"Noi vogliamo affrontare ogni aspetto del processo, anche la questione delle misure cautelari. Troppo spesso si finisce in carcere prima del processo e non dopo la sentenza definitiva: vogliamo occuparci anche di quelli?" sottolinea Bongiorno.

Secondo il ministro la parola chiave deve essere "certezza". "La certezza deve riguardare tutto: i tempi del processo, l' indipendenza dei magistrati, le garanzie degli imputati, infine le pene. Per questo noi chiediamo una riforma vera, globale, che abbracci tutte le materie. Non possiamo pensare a una riforma che non raggiunga i suoi obiettivi".