Giustizia, Businarolo: su riforma Bonafede evitare no aprioristico

Pol/Bac

Roma, 29 lug. (askanews) - "La riforma del processo penale e civile su cui presto si pronuncerà il Consiglio dei Ministri è frutto di un impegno teso a ridurre i tempi dei processi. Il ministro Bonafede ha lavorato sulla base di questo oggettivo problema della giustizia, proponendo misure che non toccano in alcun modo le garanzie. Per questo mi auguro che le opposizioni non dicano un no pregiudiziale ma diano seguito ad un confronto costruttivo come ha auspicato la scorsa settimana nella sua audizione al Senato lo stesso ministro. Tra l'altro, il testo della riforma prevede deleghe al Governo tranne che per la parte relativa al sistema elettorale del Csm, proprio nel rispetto della centralità del Parlamento". Lo afferma Francesca Businarolo, presidente della Commissione giustizia della Camera.