Giustizia, Caiazza: riforma Bonafede sciagura, battaglia continua

Red/Nav

Roma, 22 dic. (askanews) - "Si chiude un anno che ha visto le Camere Penali Italiane protagoniste, ancora una volta, delle più importanti battaglie civili sui temi della giustizia penale con una intensissima attività politica e mediatica. L'entrata in vigore della sciagurata riforma Bonafede della prescrizione è purtroppo imminente". Così il presidente dell'Unione camere penali, Gian Domenico Caiazza, scrive in una lettera inviata a tutti gli iscritti.

"Di fronte a questo quadro, non solo non ci perdiamo d'animo, ma anzi rilanciamo il nostro impegno per l'abrogazione di quella sciagurata riforma, con due obiettivi immediati. Il primo sarà quello di costruire ed allargare il consenso politico intorno ad ogni concreta proposta di legge esplicitamente abrogativa di quella norma, a partire dal disegno di legge Costa, di imminente calendarizzazione - continua ancora Caiazza - Il secondo obiettivo sarà quello di incontrare tutte le forze politiche ed associative che si sono espresse contro la riforma Bonafede per sondare la concreta loro disponibilità a costituire con noi Comitati promotori di un referendum abrogativo".

Per arrivare ad un risultato "occorrerà il coinvolgimento totale e prioritario di forze politiche di dimensione nazionale, pertanto chiederemo di incontrare nelle prossime settimane le forze politiche disponibili, nonché tutti i soggetti associativi ed istituzionali di quella Avvocatura Italiana che ha dimostrato in questi ultimi mesi grande attenzione e piena condivisione della battaglia da noi sostenuta, per comprendere se sia concretamente praticabile anche questo strumento di democrazia diretta, che ci consentirebbe un rilancio formidabile del nostro impegno civile". (Segue)