Giustizia,Cirinnà a Bonafede: serve un'azione chiara e coerente

Pol/Tor

Roma, 28 gen. (askanews) - "Sulla giustizia serve un'azione di governo chiara e coerente: potenziamento delle misure alternative, umanità della detenzione, dignità delle detenute e dei detenuti più vulnerabili". A chiederlo è la senatrice del Pd Monica Cirinnà intervenendo nell'aula di Palazzo Madama dopo la relazione del ministro Bonafede.

"Quando abbiamo deciso di dare vita a questo Governo - ha detto - come Partito democratico ci siamo impegnati ad assicurare un significativo livello di discontinuità rispetto alle politiche dell'esecutivo precedente, anche e soprattutto sul piano dei diritti. Molto resta ancora da fare, per quel riguarda i diritti, ma siamo sulla strada giusta. Lo dimostra il risultato elettorale di pochi giorni fa in Emilia-Romagna, il messaggio chiaro che è stato inviato a chi predica odio, esclusione, rabbia".

"Di fronte a questo, abbiamo una grande responsabilità - ha proseguito - e riguarda l'impatto degli sciagurati decreti sicurezza sul comparto giustizia. So che si sta ragionando su modifiche mirate dei decreti: sono convinta che modifiche mirate non bastino per invertire una rotta che è gravissima sul piano giuridico e addirittura drammatica sul piano culturale. In particolare, sul diritto alla difesa dobbiamo marcare una discontinuità, non possiamo permetterci di tenere in vita una norma odiosa come questa, che colpisce i soggetti più deboli". "Penso poi alle detenute madri - ha aggiunto - Bisogna fare in modo che nessun bambino varchi mai più la soglia di un carcere. E bisogna migliorare la detenzione alternativa, limitando il ricorso alle ICAM ai soli casi in cui ciò sia necessario, finanziando invece il ricorso a case-famiglia protette. Così come occorre maggiore attenzione alla condizione delle detenute e dei detenuti transessuali, dando attuazione a quanto previsto dalla riforma dell'ordinamento penitenziario".

"Mi auguro davvero - ha concluso Cirinnà - che la nostra azione di governo, su questo, sia chiara e coerente".