Giustizia, Cnf: no a riforme per cercare il consenso

Nav/Bla

Roma, 31 gen. (askanews) - "Non possiamo nasconderci come vi sia spesso ad opera della politica, e del mondo della informazione, o di gran parte di esso, una eccessiva semplificazione nell'approccio al sistema giustizia, come finiscano con il fondersi proposte di riforme legislative con la ricerca del consenso, o banalizzazioni mediatiche del processo con gli indici di ascolto". Lo ha affermato il presidente del Consiglio nazionale forense Andrea Mascherin nel suo intervento all'anno giudiziario. "Non è ragionevole condizionare le scelte politiche ai sondaggi, privilegiando così aspetti emozionali e suggestivi su quelli razionali e tecnici, rifuggendo di conseguenza da opzioni che debbono, se necessario, essere anche impopolari, o sposando compromessi al ribasso", ha spiegato. (Segue)