Giustizia: in consiglio regionale Lombardia si discuterà di referendum

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 7 lug. (Adnkronos) – Richiesta di referendum abrogativo su sei quesiti in materia di giustizia: abolizione della legge Severino, limiti agli abusi della custodia cautelare, separazione delle carriere dei magistrati, riforma del Csm, equa valutazione dei magistrati e responsabilità diretta dei magistrati. Se ne occuperà il Consiglio regionale nella prossima seduta, martedì 13 luglio, dopo il via libera, oggi, da parte della Commissione Affari Istituzionali presieduta dalla Consigliera Alessandra Cappellari (Lega).

A favore i gruppi di maggioranza, critiche invece dall’opposizione. Contrario al metodo il Pd e il M5S, che hanno contestato soprattutto la fretta con la quale è stato scelto di calendarizzare queste proposte, senza il doveroso approfondimento tecnico sulle conseguenze legislative di tali abrogazioni.

Gli esponenti pentastellati, insieme al rappresentante di +Europa-Radicali Michele Usuelli, hanno anche chiesto, senza ottenerlo, l’abbinamento della trattazione dei sei quesiti sulla giustizia a quello sull’eutanasia legale in un’unica seduta d’aula.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli