Giustizia, Costa (Fi): governo per processo da remoto a regime

Pol-Afe

Roma, 20 giu. (askanews) - "Dopo aver detto e ridetto che l'indegno processo penale da remoto sarebbe stato limitato al periodo emergenziale, ecco che il Governo svela le sue reali intenzioni. Il processo da remoto esce dai confini dell'emergenza ed entra tra le norme a regime. Il Ministro Bonafede smentisce la paternit di un testo che sta circolando con una riformulazione ad un emendamento del Dl rilancio, in cui si estende l'operativit del processo da remoto fino al 31 dicembre 2021? Oltre al fatto che il Governo non mantiene la parola data vi un gravissimo sfregio istituzionale. Una riforma gigantesca come quella che introduce il processo da remoto e introdotta a suon di emendamenti a decreti omnibus; con l'ultima estensione temporale che verrebbe presentata al dl rilancio, mentre alla Camera pendente in Commissione Giustizia un decreto che, tra le altre cose, disciplina anche il processo da remoto. Il Presidente Fico intervenga e riprenda vibratamente un Governo che mette il Parlamento sotto i piedi". Lo afferma, in una nota Enrico Costa, deputato di Forza Italia e responsabile Giustizia del movimento azzurro.