Giustizia, Gelmini: caos governo su riforma prescrizione

Adm

Roma, 21 ott. (askanews) - Sulla prescrizione è "caos" nel governo. Lo dice la presidente dei deputati di Fi, Mariastella Gelmini. "Inizia oggi e durerà fino al prossimo 25 ottobre lo sciopero degli avvocati penalisti contro lo stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio che, senza interventi legislativi correttivi, entrerà in vigore dal prossimo primo gennaio".

"La misura - ricorda la Gelmini - doveva essere accompagnata da una profonda riforma del processo penale, ma anche in questo caso agli annunci di Alfonso Bonafede - ministro della Giustizia anche nello scorso esecutivo - sono rimasti lettera morta".

Per la capogruppo di Fi "se restasse in piedi il tragico impianto così come concepito dal guardasigilli grillino, i cittadini e gli imprenditori che avessero la sfortuna di incappare nelle inefficienti maglie della giustizia italiana sarebbero condannati, pur senza alcuna sentenza definitiva, ad un inaccettabile 'fine processo mai'".

"Bonafede - aggiunge - sembra non far caso alle innumerevoli storture denunciate dall'Unione delle camere penali, fa spallucce, e annuncia trionfante l'approdo per oggi in Consiglio dei ministri del cosiddetto 'pacchetto carcere'. Traduzione per i non addetti ai lavori? Più manette per tutti. Sulla giustizia il governo è letteralmente nel caos e assistiamo increduli al silenzio complice di Partito democratico e Italia Viva. Altro che moderati e liberali, caro Renzi. Chi accetta supino simili aberrazioni è connivente e ne renderà conto al Paese".