Giustizia, Giovanni Salvi eletto dal Csm nuovo pg Cassazione

Sav

Roma, 14 nov. (askanews) - Il procuratore generale della Corte d'Appello di Roma Giovanni Salvi è stato eletto nuovo procuratore generale della Corte di Cassazione. La nomina è arrivata nel plenum straordinario del Consiglio superiore della Magistratura, che si è svolto a Palazzo dei Marescialli alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: ha ottenuto 12 voti.

Salvi era ritenuto in "pole" per la nomina, dopo essere stato il magistrato più votato dai componenti della V Commissione del Csm sugli incarichi direttivi. In corsa c'erano anche il procuratore generale di Napoli Luigi Riello e l'avvocato generale alla Procura generale della Cassazione Marcello Matera. A favore di Salvi in Commissione si erano espressi il presidente Mario Suriano (Area) e i consiglieri Piercamillo Davigo (togato di Autonomia e Indipendenza) e Alberto Benedetti (laico eletto dal M5S). Nel plenum Riello ha ottenuto 4 voti, Matera 3 voti, mentre sono stati 5 gli astenuti.

Salvi prende il posto dell'ex pg Riccardo Fuzio, che ha lasciato l'incarico - per il collocamento a riposo anticipato - lo scorso 21 luglio, dopo essere rimasto coinvolto nell'inchiesta della Procura di Perugia (è indagato per rivelazione del segreto d'ufficio) sulle toghe : secondo i pm di Perugia, Fuzio avrebbe riferito dettagli al pm romano ex presidente Anm Luca Palamara (sospeso dalla magistratura) sull'inchiesta a suo carico per corruzione.