Giustizia, governo approva decreto attuativo riforma civile

La bandiera italiana a Palazzo Chigi a Roma

MILANO (Reuters) - Il consiglio dei ministri ha approvato oggi in prima lettura il decreto attuativo della legge di riforma della giustizia civile, passo fondamentale perché entri in vigore entro fine anno la riforma complessiva della giustizia e si possano quindi avere a disposizione i fondi europei del Pnrr.

Probabilmente già la prossima settimana un nuovo cdm dovrà approvare il decreto attuativo per quel che riguarda la giustizia penale.

I decreti verranno quindi trasmessi alle commissioni Giustizia di Camera e Senato che avranno 60 giorni di tempo per esprimere un parere. Dopodiché il governo convocherà un cdm per recepire o meno eventuali modifiche proposte dalle commissioni e licenziare quindi la riforma.

La Commissione Ue ha posto come condizione che la riforma complessiva entri in vigore entro il 2022 e che nei prossimi cinque anni tagli i tempi della giustizia penale del 25% e di quella civile del 40%.

I decreti attuativi della legge delega di riforma della giustizia sono stati inseriti tra gli affari correnti che il governo Draghi porterà avanti fino alla nomina del nuovo esecutivo, dopo le elezioni del 25 settembre.

Nel dettaglio il decreto legislativo approvato oggi riguarda l'attuazione delle legge delega di riforma del processo civile, approvata dal parlamento il 26 novembre 2021. Un secondo decreto attuativo riguarda la norma che istituisce e potenzia l'ufficio del processo, che vale sia per il civile che per il penale.

Fra le novità della riforma del processo civile, la valorizzazione delle forme di giustizia complementare, potenziando la mediazione anche con incentivi fiscali, la semplificazione del procedimento civile, con le cause che devono giungere alla prima udienza già definite nelle domande, nelle eccezioni e nelle prove, e con la stabilizzazione delle innovazioni telematiche introdotte durante l'emergenza Covid.

(Emilio Parodi, editing Sabina Suzzi, mailto:emilio.parodi@thomsonreuters.com; +39 06 8030 7744)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli