Giustizia, Gratteri: da ministro avrei fatto molte cose

Red/Nav

Roma, 21 dic. (askanews) - "Se avessi fatto il ministro della Giustizia avrei sicuramente smontato e rimontato quello che ritengo non funzioni in Italia, avrei cambiato i Codici nel rispetto della costituzione, avrei cambiato la geografia giudiziaria, perché ancora oggi ci sono posto dove ci sono molti magistrati e altri dove mancano. Avrei fatto molte cose, ho una rivoluzione in testa. Per adesso sono il felice Procuratore di Catanzaro". Lo ha detto a "L'Intervista di Maria Latella" su Sky TG24, il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, rispondendo alla domanda su cosa sarebbe accaduto se fosse stato nominato Guardasigilli.

Gratteri ha poi aggiunto: "Ormai facciamo partire questa prescrizione, perché questo costringerà il legislatore a fare le modifiche necessarie per velocizzare i processi, altrimenti non si faranno. In Italia si fanno solo provvedimenti emergenziali". Quindi ha continuato: "Facciamola partire, così con le pressioni delle Camere penali e dell'opinione pubblica si costringerà la politica a fare le modifiche che servono per velocizzare i processi, di modo che non si rimanga appesi per anni in attesa di un processo. La prescrizione è una sorta di ghigliottina, come principio sono contrario ma nel concreto dico facciamola partire, perché così si faranno le riforme necessarie".