Giustizia, Mammone: ricorsi penali decisi in 167 giorni

Nav/Bla

Roma, 31 gen. (askanews) - "La corte di Cassazione con orgoglio può affermare che nell'anno 2019 i ricorsi penali sono stati decisi in un tempo medio di soli 167 giorni, 13 meno che nel 2018, e che pochissimi sono i casi di prescrizione maturati nel corso del giudizio di legittimità". E' quanto si legge nella relazione del primo presidente della Cassazione Giovanni Mammone in occasione dell'apertura dell'anno giudiziario.

"Nel settore penale nel 2019 è intervenuta una ulteriore diminuzione del numero delle sopravvenienze essendo si è ridotto del 2,2% il numero dei procedimenti iscritti rispetto all'anno precedente così trovando conferma la tendenza già emersa nel 2018, che aveva registrato una riduzione di oltre l'8% delle sopravvenienze. Nonostante la diminuzione del numero di ricorsi il lavoro delle sezioni - si sottolinea - non ha subito flessioni e, anzi, ha registrato un positivo indice di ricambio che, anche nel 2019, si attesta sopra il 100%. Per ogni 100 ricorsi iscritti in cancelleria penale, ne sono stati infatti esauriti quasi 102".