Giustizia: Mattarella, 'logiche corporative deprimono figura magistrato'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 nov. (Adnkronos) – "Le logiche corporative deprimono la figura del magistrato", cui sono richieste rispetto dell'"etica pubblica e assenza di autoreferenzialità". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando al Quirinale i referendari di nuova nomina della Corte dei Conti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli