Giustizia, Più Europa: da Bonafede maoismo penale

Pol/Gal

Roma, 23 ott. (askanews) - "L'intervista del ministro Bonafede al Corriere della Sera, che ripete concetti e parole già espressi dal Presidente Conte, conferma che anche l'attuale governo, come del resto il precedente, miscela in un'unica proposta tossica populismo economico e populismo penale". Lo afferma Carmelo Palma della Direzione di Più Europa.

"Il carcere agli evasori, legato all'abrogazione della prescrizione dopo al primo grado di giudizio e al recente stralcio nel decreto crescita dell'esimente per il piano di risanamento di Ilva - prosegue Palma - sono tanti capitoli di un unico disegno, che Bonafede e Conte chiamano 'svolta culturale' e 'rivoluzione culturale' e che in realtà è l'espressione di una sorta di 'maoismo penale' e di una cultura del terrore come illusoria forma di deterrenza. Contro questa deriva, che in Italia purtroppo ha molti precedenti, noi - conclude l'esponete di Più Europa - continuiamo a opporre una cultura radicalmente alternativa tanto nei fini, quanto nei mezzi a quella degli spacciatori di manette e di galera come droga per l'opinione pubblica".