Giustizia, Renzi: separazione carriere tema che si può approfondire

Bac
·1 minuto per la lettura

Roma, 13 nov. (askanews) - Quello della separazione delle carriere è un "argomento che si può approfondire". Lo ha detto il leader di Italia viva, Matteo Renzi, intervenendo alla due giorni organizzata dall'Unione camere penali sul tema dei danni collaterali della giustizia sull'economia. "Ora o mai più - ha spiegato - possiamo riuscire a mettere al centro una questione che non sia semplicemente una riforma, ma una seria verifica, un'analisi degli errori che abbiamo fatto e ci metto anche quelli del mio governo. In una fase come quella che stiamo vivendo, o siamo in grado di intervenire o non lo faremo mai più". "E' chiaro - ha osservato - che non è più vero l'assioma che ha caratterizzato un ventennio di vita repubblicana per cui un avviso di garanzia era sinonimo di colpevolezza, qualsiasi cosa avesse il bollo penale diventava sentenza agli occhi delle persone". "La stampa durante Tangentopoli - ha proseguito Renzi - era monodirezionale, in pochi avevano la forza di dire 'c'è lo Stato di diritto'. A questo la politica ha reagito in modo sguaiato e scoordinato, con la sinistra che ha giocato di sponda con alcune procure e la destra, penso al partito del presidente Berlusconi, che immaginava riforme ad personam".