Giustizia, riforma lenta? Da Pd stupore e irritazione su Bonafede

Afe

Roma, 13 nov. (askanews) - "Stupore e irritazione". E' quanto emerge dal Pd dopo le dichiarazioni del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che annunciando un vertice di maggioranza si è lamentato per la lentezza con cui procede il lavoro sulla riforma del sistema e sulla prescrizione.

Per fare il punto della situazione e in vista della riunione di maggioranza fissata per domani alle 12.30 a Palazzo Chigi, oggi si sono riuniti i referenti sul tema dei Dem, presente anche il vice segretario ed ex Guardasigilli Andrea Orlando.

Le parole di Bonafede non sono state accolte bene dal Pd che, fanno notare fonti parlamentari, la scorsa settimana aveva inviato le proprie proposte sui testi e sul nodo della prescrizione ma "senza ricevere risposta".

Il Pd, proseguono le fonti, ha sempre avuto un "atteggiamento costruttivo" con l'obiettivo di avere un "processo rapido" e con "un termine certo".