Giustizia: Rossomando, 'riforma punto di svolta, ora Parlamento completi lavoro'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 lug. (Adnkronos) – "Il metodo del confronto utilizzato dalla ministra Cartabia ha prodotto un passo decisivo sulla riforma della Giustizia. Stando al merito delle questioni si ottengono i risultati e questo è stato il metodo dal Pd. Sul processo penale arriviamo a una definizione che poggia su una serie di norme che garantiranno ai cittadini decisioni effettive in tempi certi e ragionevoli, a garanzia di tutti i soggetti coinvolti nei processi, parti offese e imputati. Esprimiamo soddisfazione per la presenza di diverse proposte avanzate dal Pd, innanzitutto più garanzie a tutela del principio di non colpevolezza, l'incentivazione della definizione anticipata dei procedimenti attraverso il potenziamento dei riti alternativi e un più ampio ricorso alla giustizia riparativa". Lo afferma la vicepresidente del Senato e responsabile Giustizia e diritti del Pd, Anna Rossomando.

"Per quanto riguarda la prescrizione, valutiamo favorevolmente -aggiunge- l'accoglimento della nostra proposta della prescrizione processuale per fasi dopo il primo grado, che consentirà di arrivare a una soluzione ragionevole, rispondente alla funzione di questo istituto, oltre che aderente alla Costituzione. Ora tocca al Parlamento portare a compimento questo lavoro, partendo da un impianto di riforma che segna indubbiamente un punto di svolta nell'interesse generale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli