Giustizia: Rossomando, 'riforme in Parlamento, no a regolamento conti tra poteri'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 set. (Adnkronos) – "Tra impunità e giustizialismo scegliamo il garantismo che deve essere una precondizione che appartiene a tutti. I processi non si fanno in piazza con il popolo, ma nei tribunali nel nome del popolo italiano. Sappiamo che la riforma del processo penale è collegata a quella del Csm sulla quale abbiamo depositato proposte chiare e incisive". Lo ha detto intervenendo in aula, la vicepresidente del Senato e responsabile Giustizia e diritti del Pd, Anna Rossomando.

"Dobbiamo chiudere definitivamente una stagione che ha portato solo mali alla giustizia, quella del regolamento di conti tra poteri dello Stato, perché il tema dell'equilibrio tra questi poteri e le loro funzioni c'è, ma non è inaugurando una nuova stagione di regolamenti di conti che lo affrontiamo, ma con interventi puntuali, che sappiamo non essere indolori. E il luogo delle riforme è il Parlamento, perché è dal Parlamento che parliamo ai cittadini ed è qui che ci assumiamo la responsabilità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli