Giustizia, segretario Anm: nessuna titubanza su blocco ... -2-

Red/Gtu

Roma, 30 nov. (askanews) - "L'Anm da molti anni ha individuato, proponendolo, nel blocco della prescrizione dopo la sentenza di condanna di primo grado, previsto in moltissimi ordinamenti giuridici vicini al nostro, un possibile fattore di recupero di efficienza ed efficacia del sistema processuale", ha sottolineato il segretario generale dell'Anm, aggiungendo: "È evidente che la riforma deve essere accompagnata da interventi di carattere strutturale, e alcuni settori su cui incidere sono già stati individuati". "Ma - ha sottolineato Caputo - non c'è dubbio che, in ogni caso, i magistrati italiani sono pronti a fare la propria parte e ad affrontare le ricadute, in termini di possibile iniziale incremento dei carichi di lavoro e di necessità ancora più impellente di garantire una durata ragionevole dei processi, che deriveranno dall'entrata in vigore della legge di riforma". "Sul punto - ha concluso - deve essere chiaro che da parte nostra non ci sono titubanze o ripensamenti".