Giustizia, Vazio (Pd): superare prescrizione ma solo se processi brevi

Pol/Luc

Roma, 3 ott. (askanews) - "La prescrizione e la sua sostanziale 'abrogazione', così come è stata approvata da Lega e M5S, e che a gennaio entrerà in vigore, è uno sfregio a principi e a garanzie costituzionali". Lo dichiara Franco Vazio, vice-presidente della Commissione Giustizia della Camera ed esponente di Area Riformista.

"Non è accettabile - continua - assistere a processi che posso durare anche più di venti anni e a innocenti sottoposti a una gogna per tutta la loro vita. Sono quindi d'accordo sulla necessità di lavorare a una profonda riforma del processo penale, che elimini i tempi morti e ampli i riti alternativi. Di fronte a un processo che durasse 4/6 anni, la prescrizione è un istituto inutile e potrebbe anche essere superato. Ma i tempi non si accorciano per decreto. Quando i processi dureranno 4 anni come anticipato dal ministro Bonafade, potremmo anche abrogare la prescrizione. Oggi, con gli attuali tempi della giustizia, ciò non è possibile. Sospendere il corso della prescrizione anche di fronte a una sentenza di assoluzione è una cosa che non trova alcuna giustificazione politica e giuridica. Per il ministro Bonafede la sostanziale abrogazione della prescrizione è una bandiera identitaria? Per me lo è la presunzione d'innocenza e le garanzie per un giusto processo".

"Lavoreremo con grande impegno per approvare velocemente la legge per riformare il processo penale così come voluto dal ministro Bonafede, ma non abdicheremo a priori a principi e garanzia scolpiti nella Costituzione", conclude.