Gli 80 anni di Guccini, "artigiano" della musica

Redazione

ROMA (ITALPRESS) - Francesco Guccini compie il 14 giugno 80 anni.

Il cantautore, scrittore e attore festeggera' il suo compleanno circondato dall'affetto dei suoi fan, del mondo dello spettacolo e non solo, con numerosi messaggi e tante iniziative anche sui social. Guccini, che da tempo ha dichiarato di essersi congedato dalla professione di cantautore, e' uno dei piu' rappresentativi artisti del panorama musicale italiano e continua a far discutere con le sue prese di posizione.

"Sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare", cantava in "Quattro stracci", brano del 1996, "ognuno invecchi come gli pare, ma non raccontare a me che cos'e' la liberta'".

Impegnato e dal carattere ironico, Guccini con la sua musica riesce a coinvolgere piu' generazioni, anche quando, nei suoi spettacoli "essenziali", perche' privi di grandi effetti e scenografie, crea un'atmosfera magica con il pubblico. Con i suoi versi narra storie, esprime pensieri, ripercorre vicende, rivive ricordi, affronta tanti temi, anche molto diversi, e fa riflettere. Osserva e racconta la realta' e, in "Addio", si definisce "eterno studente" perche' "la materia di studio sarebbe infinita e soprattutto perche' so di non sapere niente". Nel piu' recente brano "Gli artisti", invece, dice di sentirsi un "artigiano". "Come invidio gli artisti - canta - che vivono nell'utopia, perche' anche una vita infelice si illumina con? la fantasia. Io semplice essere umano, costretto a costretti ideali, sono solo un umile artigiano e volo con piccole ali". Nel brano poi afferma di fabbricare "sedie e canzoni" che "non restano nella memoria", ma e' chiaro a tutti che, con ogni probabilita', non sara' cosi': i suoi versi difficilmente potranno essere dimenticati.

(ITALPRESS).

ym/sat/red