Gli 89 siti balneabili dove evitare di fare il bagno in Italia

Gli 89 siti balneabili dove evitare di fare il bagno in Italia

In vista dell’estate ormai alle porte, l’idea di un bel bagno refrigerante è davvero un toccasana. Attenzione però a scegliere con cura il posto dove passare le vacanze. Il Ministero della Salute ha stilato una lista di 89 siti balneabili dove evitare di fare il bagno in Italia. In queste acque si annidano numerosi batteri che posso provocare problemi per la salute dell’uomo.

Gli 89 siti balneabili da evitare

I divieti di balneazione si concentrano maggiormente alle foci dei fiumi, sui lungomare cittadini e nelle vicinanze di zone portuali. Ecco alcuni specifici esempi: la zona industriale di Pozzuoli, il villaggio agricolo a Castel Volturno, lo sbocco del Marano a Rimini, dell’Arrone a Roma, il lungomare di Reggio Calabria, di Pescara ed infine il porto di Gioia Tauro. La parte più sorprendente di questa lista è che tocca alcune prestigiose località di villeggiatura: partendo da Rapallo, all’inizio della scogliera, punta di San Martino a Sanremo oppure Vietri sul mare, Praia a Mare alle Marlane, Roseto degli Abruzzi alla foce del Tordino, San Lucido nei pressi del torrente S.Como, la spiaggia Sarello a Bagheria, quella di Capo Mulini ad Acireale, via Marina ad Aci Trezza.

Le regioni più colpite

Sul podio, al primo posto per il numero di acque balneabili di scarsa qualità la Calabria che ha ben 22 siti vietati. Un risultato notevole tenendo conto che la Campania e la Sicilia si piazzano al secondo posto con 12 spiagge vietate a testa. A seguire, in classifica l’Abruzzo (10), le Marche (9).

Pur non avendo sbocchi sul mare, fa riflettere il posizionamento della Lombardia (7). La regione infatti, vanta diversi grandi laghi dove quest’anno non è possibile fare il bagno. Alcuni esempi i lidi Sabbie d’oro e Germignaga sul lago Maggiore; a Lezzeno, la Punta e Olcio sul lago di Como e in altre spiagge tra il fiume Ticino e il lago di Varese.

Per avere sotto controllo l’intera situazione e trovare i dati aggiornati: http://www.portaleacque.salute.gov.it/PortaleAcquePubblico/mappa.do