Gli agenti risalgono all’identità dell’attore dopo che un cittadino aveva trovato la carta in strada

·1 minuto per la lettura
Harrison Ford con Manfredi Borsellino e i poliziotti che gli hanno ritrovato la carta di credito
Harrison Ford con Manfredi Borsellino e i poliziotti che gli hanno ritrovato la carta di credito

Harrison Ford perde la carta di credito a Palermo e la Polizia guidata da Manfredi Borsellino glie la restituisce dopo che un cittadino l’aveva trovata a Mondello: gli agenti sono risaliti all’identità dell’attore e lo hanno convocato, “smascherando” ma per un buon fine la sua presenza in incognito in Sicilia per girare alcune scene di una serie cinematografica.

Harrison Ford “alla ricerca della carta di credito perduta”

Una vera disavventura a lieto fine per “Indiana Jones”. La star di Hollywood aveva perso la card a Mondello, che aveva raggiunto per rilassarsi negli step fra le ripese. Nel corso del pomeriggio di ieri, 22 ottobre, quella carta era stata ritrovata da un cittadino che che si è presentato al Commissariato di Mondello, il cui dirigente è Manfredi Borsellino, il figlio del giudice ucciso dalla mafia.

La carta di credito di Harrison Ford e le indagini degli uomini di Manfredi Borsellino

Sono bastati alcuni riscontri per risalire all’identità dell’intestatario della carta e scoprire che era proprio lui, “Indiana Jones”. E l’attore è stato rintracciato da Borsellino jr e da due agenti in un locale che Ford aveva raggiunto per cercare di sfuggire ad alcuni fan che lo avevano riconosciuto.

La foto ricordo con Harrison Ford dopo la restituzione della carta di credito

A quel punto Borsellino ha raggiunto l’attore con due agenti, gli ha riconsegnato la carta di credito sconfessando ogni luogo comune su presunte disonestà ataviche e ha voluto immortalare quel momento con una foto ricordo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli