Gli aggiornamenti sul focolaio alla BRT di Roveri

focolaio bartolini bologna aggiornamenti

Continua a preoccupare il focolaio alla Bartolini di Bologna tant’è che l’Ausl starebbe meditando la chiusura dell’azienda sita in via Roveri. I numeri del contagio da Coronavirus alla BRT emiliana crescono ogni ora di più. Sono 370 le persone testate finora. In tutto i contagiati sono 95: 74 lavoratori e 21 conoscenti e familiari. Gli ammalati con sintomi sono 12, i ricoverati 2.

L’Ausl fa sapere di monitorare la situazione alla Bartolini di Bologna: “Siamo in attesa dei risultati dei tamponi eseguiti anche ad amministrativi, autisti e altro personale. Faremo una valutazione del focolaio: se ci sono evidenze epidemiologiche e condizioni specifiche, potrebbe essere una strada da percorrere quella di proporre la sospensione”, lo ha rivelato Paolo Pandolfi, capo del Dipartimento di Sanità pubblica.

Focolaio alla Bartolini di Bologna: i controlli

L’Ausl di Bologna, inoltre, spiega anche come sta agendo per risalire a una mappatura completa dei contagi da Coronavirus presenti all’interno della Bartolini di Bologna. Adottato il sistema dei centri concentrici: si parte dal caso di positività al Covid e si effettuano – a cascata – accertamenti tra altri colleghi, familiari e conoscenti finché non si arriva a terminare la catena dei potenziali contagi.

C’è chi auspica il lockdwon e la chiusura dell’azienda, come i sindacati trasporti. Ma il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, non ha dubbi sulla bontà del lavoro svolto finora. “Noi siamo la Regione che sta facendo più test sierologici a campione. Il focolaio all’azienda l’abbiamo scoperto noi con i test sierologici. Poi abbiamo fatto i tamponi e messo in isolamento i positivi per chiudere quel piccolo focolaio il prima possibile”.