Gli aizzano pitbull contro, carabiniere spara al cane per difendersi

·2 minuto per la lettura

AGI - Un carabiniere di Milano, nel tentativo di difendersi, ha sparato due colpi contro un pitbull aizzatogli contro da un 22enne marocchino, poi arrestato.

L'episodio è accaduto poco prima dell'1 alle colonne di San Lorenzo, nel pieno centro del capoluogo lombardo, dove i militari erano intervenuti per una rapina ai danni di due cittadini tedeschi di 23 anni. Quando gli uomini dell'Arma hanno individuato i due possibili autori, uno di questi, ha scagliato il suo cane contro uno dei militari il quale è stato ripetutamente morso prima al braccio destro e, successivamente, a entrambe le gambe.

Dopo aver tentato in ogni modo di divincolarsi dal pitbull, il militare aggredito ha esploso due colpi con la pistola d'ordinanza colpendo l'animale che, ferito, si è allontanato. Il carabiniere ferito è ricoverato in osservazione all'ospedale Policlinico di Milano per diverse ferite da morso mentre l'animale, fuggito, è stato rintracciato in una clinica veterinaria, ferito ma in buone condizioni.

In particolare un equipaggio della compagnia Duomo, nel passare in via Molino delle Armi all'altezza di corso di Porta Ticinese, è stato fermato dalla coppia di giovani tedeschi, i quali hanno riferito che, poco prima, in piazza Vetra, erano stati aggrediti e rapinati da due individui che gli avevano scagliato addosso due pitbull, uno dei quali mordeva uno di essi alla gamba destra. Sulla base delle descrizioni fornite, i militari si sono diretti alle colonne di San Lorenzo, dove era presente, nonostante il coprifuoco, un consistente numero di persone, individuando - tra la folla e a distanza - i due possibili rapinatori. I carabinieri del primo equipaggio con altri quattro colleghi giunti in rinforzo si sono addentrati tra la folla, intimando ai due uomini di legare i cani a una ringhiera situata nelle vicinanze.

Mentre uno dei due, non identificato, legava il proprio cane, l'altro ha scagliato il pitbull contro uno dei militari, che per difendersi ha poi dovuto sparare. Durante gli attimi concitati, alcune persone in piazza hanno lanciato bottiglie in vetro all'indirizzo delle auto di servizio. Nel frattempo gli altri militari sono riusciti a bloccare il ragazzo di 22 anni, che e' stato poi trovato in possesso di uno spray urticante e 2 grammi di hashish. E' stato arrestato per rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.