Gli antichi forti di Genova passano dal Demanio al Comune

Fos

Genova, 25 set. (askanews) - E' stato siglato oggi nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, un'accordo per il trasferimento dall'Agenzia del Demanio alla civica amministrazione delle mura seicentesche da Forte Begato a Forte Castellaccio, delle Mura di Malapaga, del Forte Santa Tecla e di alcuni immobili del compendio di Forte Tenaglia.

  "Il sistema dei forti di Genova -sottolinea il sindaco Marco Bucci- racconta tratti importanti della storia della nostra città ed è nostro dovere recuperare questo patrimonio storico, artistico e culturale per donarlo ai genovesi e per renderlo anche attrattiva turistica che renderebbe ancora più unico il panorama turistico cittadino. Il progetto della funicolare tra Darsena e Forte Begato, a cui stiamo lavorando da tempo, dimostra -spiega il primo cittadino- il legame diretto che vogliamo creare tra il centro storico e il nostro sistema di fortificazioni".

  L'accordo fa seguito al programma di trasferimenti avviato nel 2015, che ha già consentito il trasferimento di un primo importante gruppo di beni compresi nel sistema centrale dei forti: i forti Belvedere, Crocetta, Tenaglia, Begato, Sperone, Puin e l'ex Torre Granara. Il Comune di Genova svilupperà un programma di valorizzazione, impegnandosi a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e ad assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica di queste strutture storiche.