Gli avvocati di Corona: "Altro che atto dimostrativo"

·1 minuto per la lettura
Fabrizio Corona avvocato
Fabrizio Corona avvocato

Ivano Chiesa, avvocato di Fabrizio Corona, ha fornito delucidazioni e aggiornamenti sulle condizioni di salute dell’ex Re dei paparazzi dopo che è stato ricoverato all’ospedale di Niguarda per i tagli che si è inferto alla notizia della revoca del suo differimento pena.

Fabrizio Corona: l’avvocato

Fabrizio Corona si trova nell’ospedale di Niguarda dove sarebbe tenuto sotto osservazione per i tagli che si è inferto alla notizia dell’arrivo delle forze dell’ordine – che avrebbero dovuto ricondurlo in carcere – nel suo appartamento. Per le ferite sarebbero stati messi all’ex Re dei paparazzi 14 punti di sutura, e nel frattempo i suoi legali hanno fatto sapere che avrebbe iniziato lo sciopero della fame chiedendo di parlare con il presidente del Tribunale di sorveglianza o con un rappresentante delle istituzioni.

“Sono stato a trovare Fabrizio in ospedale a Niguarda. Mi sembra giusto informare tutti quelli che gli vogliono bene sulle sue condizioni. Fabrizio non sta bene, è sotto osservazione in psichiatrica, gli hanno dato 14 punti di sutura per il taglio che si è fatto sul braccio. Altro che atto dimostrativo, ha rischiato di ammazzarsi sul serio, perché se becca l’arteria radiale muore in due minuti”, ha raccontato il legale di Corona via social, dove nel frattempo è partita una petizione per chiedere la sua scarcerazione.

Nei giorni sulle drammatici immagini dell’arresto di Fabrizio Corona con il volto insanguinato si erano espresse anche le sue ex compagne, Nina Moric e Belen Rodriguez, che avevano espresso la loro solidarietà nei suoi confronti.