Gli Azzurri non si inginocchiano. Chiellini: "L'Austria non ce l'ha chiesto"

·2 minuto per la lettura
Frame Italia-Austria (Photo: Rai)
Frame Italia-Austria (Photo: Rai)

Wembley si colora d’azzurro. Una Londra blindata ha accolto Italia e Austria per la partita valida per gli ottavi di finale di Euro 2020, ma allo stadio è stata grande festa. Controlli capillari agli ingressi nel Paese nei vari aeroporti, ma a discapito dell’aumento esponenziale dei contagi da variante Delta, per le strade tantissime sono le persone in giro senza la mascherina. Nei pressi dello stadio di Wembley sin dalla mattina sono iniziate le operazioni di organizzazione per accogliere in sicurezza i 22.500 tifosi (sold out per la capienza concessa del 25%), di cui inizialmente è stato comunicato che solo 1200 dovevano essere sicuramente italiani. In realtà già dal pomeriggio, con l’inizio dell’afflusso allo stadio tra ingenti misure di sicurezza (isolata di fatto l’area intorno a Wembley), si è capito che grazie alla nostra massiccia comunità nel Regno Unito, il colore predominante sarebbe stato proprio l’azzurro. Di fatto l’Italia ha giocato in casa, come all’Olimpico. Tantissimi i nostri connazionali vestito con la maglia della nazionale e avvolti dal tricolore hanno fatto sentire la loro voce, prima davanti all’albergo dove alloggiava la squadra e poi allo stadio. Alla partenza del pullman con i ragazzi di Mancini i tifosi presenti all’esterno hanno intonato l’Inno di Mameli ottenendo il saluto del presidente federale Gravina.

Un autentico boato ha accolto poi l’ingresso in campo delle due squadre, il tutto dopo una spettacolare cerimonia sulle note della canzone ufficiale di Euro 2020. Compare anche uno striscione “Notti magiche” e quasi tutto lo stadio ha cantato l’Inno di Mameli per una atmosfera da brividi. C’era grande attesa sulla decisione dei giocatori italiani e austriaci se inginocchiarsi o meno in supporto al movimento ‘Black Lives Matter’. Ebbene, le due squadre sono rimaste in piedi. In particolare...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli