Gli demoliscono la casa, autista cinese si schianta in un lago con il bus

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(Photo by Long Rui/Xinhua via Getty) (Xinhua/ via Getty Images)
(Photo by Long Rui/Xinhua via Getty) (Xinhua/ via Getty Images)

Un autista alla guida di un bus pieno di passeggeri si è schiantato di proposito nel lago della città di Anshun, nella provincia di Guizhou, nel sud-ovest della Cina.

Il bilancio della tragedia, che è avvenuta il 7 luglio, è stato di 15 feriti e 21 morti, tra cui il conducente. L’uomo, soprannominato Zhang, aveva scoperto che la sua casa era stata demolita per lasciare spazio a quello che il China Daily ha definito un “progetto di riqualificazione delle baraccopoli”.

GUARDA ANCHE: Recuperato l'elicottero precipitato

Il fatto che la richiesta di un nuovo alloggio gli fosse stata rifiutata e che il risarcimento per la demolizione della vecchia abitazione fosse stato di appena 9mila euro, lo avrebbero indotto a farla finita. Questa è l’idea che si sarebbe fatta la polizia di Anshun, la quale ha cercato di ricostruire la dinamica prima dell’incidente.

LEGGI ANCHE: Arezzo, gara a folle velocità per contendersi una ragazza

Come si legge sulla Cnn, Zhang solitamente iniziava il turno alle 12, ma quel giorno avrebbe chiesto a un collega un cambio per poter lavorare al mattino. Subito dopo le 9, avrebbe comprato una bottiglia di baijiu, un forte alcool cinese, e l’avrebbe versato in un contenitore di plastica per bevande. Alcuni testimoni avrebbero riferito di averlo visto bere da quella bottiglia di plastica. Ore dopo, poco prima dello schianto, Zhang avrebbe inviato alla sua ragazza un messaggio vocale dicendole di essere “stanco di vivere”.

GUARDA ANCHE: Roma. Ancora un bus in fiamme nella notte

Per il suo gesto hanno perso la vita cinque dei 12 studenti che erano sull’autobus. Alcuni ragazzi stavano andando a sostenere i gaokao, gli esami di ammissione all'università.

In Cina la demolizione forzata delle case, specie in aree rurali o in povere baraccopoli, per far spazio a nuove costruzioni moderne, è diventata una pratica comune. Ma, come riporta la Cnn, molti ex inquilini delle abitazioni demolite fanno poi fatica a trovare casa in quartieri più costosi.