Gli organizzatori dei Giochi di Pechino 2022 riconoscono i vaccini russi

·1 minuto per la lettura

AGI - Gli atleti, allenatori e funzionari che sono stati vaccinati con uno dei vaccini contro il Covid-19 prodotti in Russia eviteranno l'annunciata quarantena di 21 giorni al momento del loro arrivo in Cina per partecipare alle Olimpiadi e Paralimpici invernali di Pechino 2022.

A darne comunicazione è stato il Comitato organizzatore di Pechino 2022. In Russia sono stati registrati quattro vaccini contro il coronavirus Sputnik V, Sputnik Light, Epivakkoron e Kovivakma nessuno di questi è stato riconosciuto dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Gli organizzatori hanno riferito che riconosceranno i vaccini prodotti da singoli Stati.

Gli atleti russi ai Giochi della neve e del ghiaccio gareggeranno sotto i colori del Comitato olimpico russo e non sotto la bandiera della Russia a seguito di una serie di violazioni al codice antidoping.

La Russia è sospesa dagli eventi olimpici e di carattere mondiale fino al 16 dicembre del 2022. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli