Gli ospedali italiani sono sempre più in difficoltà a causa del Covid

·2 minuto per la lettura
Terapie intensive
Terapie intensive

Le terapie intensive degli ospedali italiani sono vicine alla soglia critica del 30% di posti letto occupati da pazienti Covid. In 8 Regioni è allarme rosso, perché la soglia è già stata ampiamente superata. Le regioni che fanno parte di questa “lista nera” sono: Valle D’Aosta (60%), Umbria (47%), Lombardia (42%), Bolzano (42%), Toscana (39%), Marche (35%), Piemonte (34%) e Campania (33%). Questo è quanto è emerso dai dati elaborati dall’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi Sanitari regionali.

Terapie intensive al collasso

I numeri delle terapie intensive avranno un peso significativo nella scelta delle Regioni da inserire in una delle tre fasce di rischio previste dall’esecutivo per evitare un lockdown nazionale. Tra le Regioni vicine alla soglia critica del 30% ci sono: Liguria (27%), Emilia Romagna (25%), Puglia, Sardegna e Sicilia (24%), seguite da Calabria, Lazio, Abruzzo e Trento (22%), Friuli Venezia Giulia (21%), Basilicata (20%) e Veneto (16%). L’andamento della curva delle ultime settimane rischia di portare al collasso gli ospedali di queste zone. In Veneto, il governatore Zaia ha chiarito che saranno giorni molto impegnativi per le terapie intensive, vista la crescita dei pazienti. “Ci stiamo avvicinando alla fase più acuta dell’epidemia” ha spiegato il governatore. Filippo Anelli, presidente della Federazione degli Ordini dei medici italiani, ha lanciato un nuovo allarme.

La preoccupazione dei medici è che questa seconda ondata non sia una mareggiata, ma uno tsunami che potrebbe travolgere il sistema sanitario. Per questo chiediamo al governo misure più aggressive” si legge in un post su Facebook. Anelli sostiene che il problema è la tenuta del sistema sanitario, in quanto l’occupazione dei posti da parte dei pazienti Covid riduce la possibilità di garantire le cure agli altri pazienti. I dati dei contagi parlano chiaro e la pressione sugli ospedali continua ad aumentare. I pazienti in terapia intensiva sono 2.022 in Italia, di cui 435 solo in Lombardia. I posti letto occupati nei reparti Covid sono 19.840. Questo andamento rischia di portare diverse Regioni, come Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna, alla saturazione al 100% dei posti letto in ospedale. Per questo il Governo pensa sia giusto adottare questo “lockdown light” alla tedesca.