Gli scioperi d'Inghilterra non finiscono mai

LONDRA (INGHILTERRA) - Un'estate di scioperi per i lavoratori inglesi. 
il costo della vita morde feroce e i lavoratori scioperano, in tutto il Regno Unito

I dipendenti delle Poste, i "Gilet Rossi" dei porti, i ferrovieri e gli autisti di autobus, persino gli avvocati. E i sindacati britannici stanno pensando di intensificare ancor di più le agitazioni.

"Tutte le persone si sentono allo stesso modo"

Miles Hubbard, del sindacato Unite, uno dei sindacalisti dei lavoratori del porto di Felixstowe, che hanno incrociato le braccia per otto giorni, fino ad oggi: 
"Non ha niente a che fare con una strategia nazionale o qualcosa del genere, è qualcosa che è successo qui a livello locale e riflette ciò che sta accadendo altrove, perché le persone in tutto il Paese si sentono allo stesso modo. Ecco perché sembra essere tutto organizzato: perché le persone, ovunque, si sentono allo stesso modo e arrivano alla stessa conclusione. Basta, non lo sopporteremo piu!"

Video AP
"Non siamo più disposti a sopportare!" - Video AP

A Londra oggi: sciopero degli autisti di autobus. 
Aumenti salariali al di sotto dell'inflazione...

"Azione sindacale trasversale"

Michelle Braveboy, sindacalista di Unite: 
"L'azione sindacale è trasversale in diversi settori, perché tutti ne sentano l'impatto finanziario. È una situazione mai vista prima e penso che aumenterà man mano che andiamo avanti".

Euronews
"Una situazione mai vista prima". - Euronews

"Costo della vita troppo alto"

Il corrispondente da Londra di Euronews, Luke Hanrahan, ha seguito una manifestazione dei conducenti di autobus. 
"Il problema principale per i conducenti di autobus è il costo della vita, è aumentato così tanto... E l'inverno è dietro l'angolo... Gli autisti prometttono che continueranno questa lotta fino a quando non verrà trovata una soluzione",

Euronews
Il corrispondente da Londra, Luke Hanrahan. - Euronews

"Abbiamo buoni motivi per lottare"

Abdul Hanaif è un autista: la realtà per la sua categoria è dura:“O stai al caldo o mangi, uno dei due... Noi vogliamo entrambe le cose, ed è per questo che stiamo lottando".

Euronews
"Continueremo a lottare". - Euronews

"La corsa al ribasso è iniziata"

John Landwown è uno chef, licenziato in marzo dall'azienda di traghetti P&O Ferries: un'intera forza lavoro (800 persone) sostituita da personale di agenzia, più economico. 
John è convinto che i sindacati non debbano mollare.

"La corsa al ribasso è iniziata e i sindacati hanno assolutamente ragione ad essere decisi quando si tratta di proteggere le nostre condizioni di lavoro. Il governo? Ha lasciato che P&O se la cavassero con il licenziamento di 800 dipendenti all'inizio di quest'anno...".

Euronews
"Il governo? Ha lasciato che ci licenziassero tutti!" - Euronews

- Domanda di Luke Hanrahan:
"Il sindacato RMT (sindacato ferroviario, marittimo e dei trasporti) vi ha aiutato?"

Risposta di John Landwown:
"Si sono fatti sentire, ma ormai era troppo tardi".

I lavoratori britannici non mollano

È stata, ed è tuttora, un'estate di scioperi in tutto il Regno Unito, in vista di un autunno e di un inverno che si annunciano molto caldi. 
I lavoratori britannici non mollano.