Gli uragani più devastanti della storia

Dorian, Harvey, Irma uragani dai nomi all’apparenza innocui che hanno invece portato vittime e distruzione. Ecco cinque cicloni tra i più devastanti della storia. (GALVESTON) Per quanto riguarda il numero di morti il triste primato va all’uragano di Galveston che tra la fine di agosto e l’inizio di settembre del 1900 rase al suolo l’omonima cittadina del Texas. Il bilancio delle vittime non è certo, ma vengono stimate tra le 8000 e le 12000. (OKEECHOBEE) Sono 4000 le persone che persero la vita nel 1928 a causa dell’uragano Okeechobee noto anche come uragano San Felipe Segundo. Colpiti Porto Rico, Guadalupa le isole di Martinica, Montserrat e Nevis oltre agli Stati Uniti. (LABOR DAY) Per intensità il più devastante risulta essere quello conosciuto come uragano del Labor Day, il giorno dei lavoratori che negli Stati Uniti cade il primo lunedì di settembre. Nel 1935 la Florida fu flagellata da venti di quasi 300 km/h, la furia si scatenò soprattutto sulle Florida Keys dove perirono 423 persone. (KATRINA) Difficilmente New Orleans potrà dimenticare l’uragano Katrina che nel 2005 causo circa 1800 vittime. Originatosi alle Bahamas il 23 agosto, l’uragano attraversò la Florida per poi abbattersi sulla Lousiana. I danni economici stimati superarono i 100 miliardi di dollari. (SANDY) Nel 2012 è Sandy a colpire Giamaica, Cuba, Bahamas, Haiti, la Repubblica Dominicana e la costa orientale degli Stati Uniti. I venti arrivarono a 185 km/h, le vittime furono 182 coi danni stimati in circa 63 miliardi di dollari. (guarda video)