Gli USA lasciano l'Afghanistan dopo vent'anni di assedio: la guerra è finita

·2 minuto per la lettura
Guerra finita Afghanistan
Guerra finita Afghanistan

A quasi vent’anni esatti da quel terribile 11 settembre 2001 che sconvolse tutto l’occidente, la guerra con l’Afghanistan è ufficialmente finita. Anche l’ultimo aereo statunitense ha lasciato l’aeroporto di Kabul che ora è passato completamente in mano ai Talebani. A darne l’annuncio è stato il comandante delle Forze Armate statunitensi, il generale Frank McKenzie. Nel frattempo Associated Press e France Press hanno reso noto che, a seguito della partenza degli Stati Uniti, per le vie si è festeggiato l’avvenimento. Urla di giubilo inoltre si sono udite dai più importanti check point dei Talebani.

Guerra finita Afghanistan, Talebani: “Il nostro Paese ha conquistato la completa indipendenza”

A commentare la partenza degli Stati Uniti dal Paese sono stati gli stessi Talebani che hanno affermato che con la partenza degli ultimi soldati potranno finalmente prendere il totale controllo del Paese: “Stasera alla mezzanotte in punto gli ultimi soldati americani hanno lasciato l’aeroporto di Kabul e il nostro Paese ha conquistato la completa indipendenza. Sia lode a Dio”.

Guerra finita Afghanistan, Farnesina: “Necessario passaggio anche dopo 31/08

Dalla Farnesina è arrivata invece la richiesta che venga creato un passaggio sicuro dall’Afghanistan: “Grazie allo straordinario sforzo congiunto della Farnesina, del ministero della Difesa e del comparto dell’Intelligence, l’Italia ha portato a termine le operazioni di evacuazione per via aerea di più di 5000 cittadini afghani tra i quali coloro che, negli anni, hanno a vario titolo collaborato con la presenza italiana nel Paese, l’Italia risulta così primo tra i Paesi Ue per numero di evacuati dall’Afghanistan”, ha reso noto la Farnesina attraverso un comunicato.

Intanto, tra gli afghani è riuscita a fuggire la giornalista di ToloNews Arghand. Ad aiutare la giornalista nella sua fuga è stata l’attivista Malala Yousafzai.

Guerra finita Afghanistan, Di Maio: “Non possiamo dare liste da evacuare agli Afghani

Nel frattempo il Ministro degli Luigi Di Maio ha ribadito l’importanza di creare dei corridoi umanitari in Afghanistan. “Noi non possiamo fare corridoi umanitari immediatamente dall’Afghanistan, perché dovremmo dare la lista di coloro che vogliamo portare in Italia alle autorità talebane […] Abbiamo visto il famoso comico ucciso dai talebani, abbiamo visto il musicista, abbiamo visto atti efferati e atroci. Ed è per questo che dobbiamo lavorare con Pakistan, Iran, Uzbekistan, Tagikistan,dove i profughi si stanno recando”, ha affermato in collegamento in provincia di Reggio Emilia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli