Gli Usa sono pronti a sedersi al tavolo con Teheran per discutere del nucleare iraniano

·1 minuto per la lettura

AGI - Gli Stati Uniti hanno accettato l'invito dell'Unione Europea a sedersi a un tavolo con l'Iran per rilanciare l'accordo sul nucleare che Washington aveva abbandonato nel 2018.

"Gli Stati Uniti accetteranno un invito dell'Alto Rappresentante dell'Unione Europea a partecipare a un incontro del P5+1 e l'Iran per discutere come andare avanti dal punto di vista diplomatico sul programma nucleare iraniano", ha dichiarato il portavoce del dipartimento di Stato, Ned Price.

Il formato negoziale P5+1 coinvolge i cinque membri del Consiglio di Sicurezza Onu (Usa, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna) più la Germania.

Il Dipartimento di Stato ha inoltre fatto sapere che gli Stati Uniti stanno allentando le rigorose restrizioni imposte dall'amministrazione di Donald Trump sui movimenti dei diplomatici iraniani accreditati presso le Nazioni Unite, con sede a New York. "La nostra idea - ha detto un funzionario ai giornalisti - è di prendere provvedimenti per rimuovere inutili ostacoli alla diplomazia multilaterale, modificando le restrizioni sui viaggi interni che sono stati estremamente restrittivi". 

Anche questa decisione del Dipartimento di Stato rientra nell'obiettivo di ridurre le tensioni fra Stati Uniti e Iran. 

 L'amministrazione Biden ha, quindi, ritirato la controversa affermazione dell'ex presidente Usa, Donald Trump, secondo il quale lo scorso settembre l'Onu aveva ripristinato tutte le sanzioni sull'Iran. E' quanto si legge in una lettera scritta dall'ambasciatore Usa ad interim presso l'Onu, Richard Mills, al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.