Globl Times conferma morte scopritore coronavirus -5-

vgp

Roma, 6 feb. (askanews) - Li, un medico che ha lavorato presso il Wuhan Central Hospital, dove è stato anche curato per l'infezione da coronavirus, ha inizialmente avvisato i suoi compagni di classe del virus mortale nel dicembre 2019, esortandoli a prendersi cura. Il 30 dicembre, ha ottenuto un rapporto paziente che suggeriva segni positivi di coronavirus simili alla SARS. Ha quindi pubblicato informazioni in una chat di gruppo affermando che ci sono stati sette casi confermati di "SARS", secondo uno dei suoi post su Weibo. Il 3 gennaio, la polizia locale lo ha rimproverato per aver diffuso "voci online" e gli ha richiesto di firmare una lettera di rimprovero.

Da allora, è tornato al lavoro, ha detto il post. Dopo aver ricevuto pazienti con infezione da coronavirus, ha iniziato a tossire il 10 gennaio, per poi avere la febbre il giorno successivo. Successivamente è stato ricoverato in ospedale il 12 gennaio.

Li è stato tra gli otto residenti di Wuhan che sono stati rimproverati dalla polizia locale all'inizio di gennaio per aver diffuso "voci" sullo scoppio del nuovo coronavirus.

Le informazioni che hanno diffuso online hanno affermato che i casi di grave sindrome respiratoria acuta si sono associati