Goal e niente 'balotellate': è un SuperMario da Mondiale

E' un Balotelli costantemente positivo quello che stiamo ammirando con la maglia del Nizza: già 8 goal stagionali, il sogno è Russia 2018.

Nel Nizza sconfitto dalla Lazio per 3-1 in Europa League ha comunque brillato la stella di Mario Balotelli. L'attaccante italiano classe 1990 non solo è andato a segno dopo 4 minuti (secondo goal in tre partite in Europa) ma nel corso del match è stato l'unico a credere fino alla fine ad una possibile rimonta della sua squadra, vedendosi parare da Strakosha anche il goal della sua personale doppietta.

Da quando è arrivato in Costa Azzurra nell'agosto del 2016 SuperMario ha trovato l'ambiente giusto per trovare da tutti i punti di vista (sportivo e caratteriale) quella continuità che sempre gli è mancata nel corso della sua carriera e che gli ha precluso probabilmente di essere protagonista in palcoscenici ancora più importanti.

Dopo i 17 goal della scorsa stagione (15 in Ligue 1), Balotelli è adesso a quota 8 (5 in Ligue 1 in 6 partite, 2 in Europa League ed 1 nei preliminari di Champions League). Un rendimento che difficilmente gli consentirà di far parte dell'elenco dei convocati di Ventura sia per il match di play-off contro la Svezia che per l'eventuale mondiale di Russia 2018.

Balo però non vuole mollare. Dopo la delusione del mondiale 2014 in Brasile, ha intenzione di lottare fino alla fine per poter aumentare il proprio bottino in maglia azzurra, dove ha collezionato 33 presenze e 10 goal. L'ultima sua apparizione in campo risale proprio al mondiale sudamericano, quei 45 minuti contro l'Uruguay il 26 giugno del 2014.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità