GoDaddy premia le PMI più digitalizzate con Vere Imprese

GoDaddy premia le PMI più digitalizzate con Vere Imprese

Milano, 23 nov. (askanews) – Il territorio italiano è costituito da circa 6 milioni di aziende, di cui il 99% sono piccole o medie imprese. Quindi quasi la totalità. Solo un terzo ha un sito web. GoDaddy è partita da questo dato, frutto della ricerca Pmi Digital Index per ragionare sul gap digitale (su una scala di 1 a 100, il grado medio di digitalizzazione è 54) e lanciare la competizione: Vere Imprese, un concorso con lo scopo di supportare gli imprenditori, con quasi duecento aziende registrate e tre vincitrici: Ayana Events per le Imprese Individuali; Medere per le Tech Start-up; mentre nella categoria Piccola e Media Impresa BusForFun.com.

In occasione del concorso, GoDaddy ha percorso l’Italia con il GoTour, alla ricerca delle più belle storie di business Italiane provenienti dalle piccole e medie aziende, per farle conoscere al pubblico.

Secondo Gianluca Stamerra, Regional Director di GoDaddy per l’Italia, gli imprenditori italiani sono degli eroi, e vanno sostenuti.

“C’è da dire che il supporto che deve arrivare alle PMI, deve arrivare da tutti i fronti. Da un lato a livello comunale, regionale, la Provincia e il Governo, ma in generale dall’ecosistema, voglio dire dalle aziende che producono tecnologia, dalle aziende che supportano gli imprenditori, dagli incubatori: tutto l’ecosistema deve essere coinvolto per aiutare la digitalizzazione di queste PMI, di questi che io chiamo eroi, perché come dicevamo prima è veramente un percorso in salita e solo pochi riescono ad andare oltre”.

Nell’occasione GoDaddy ha ufficializzato l’integrazione con WooCommerce, per rendere l e-commerce WordPress più facile, oltre ad annunciare il rilascio degli aggiornamenti GoDaddy WordPress Hosting che consentono agli imprenditori di creare facilmente e con una maggiore flessibilità siti altamente personalizzabili.

“L’e-commerce è un passo determinante per molti imprenditori e per molte piccole e medie aziende. E prendiamo l’e-commerce nel senso lato, non solo la vendita di prodotti, ma anche la vendita di servizi. Per esempio le prenotazioni online”.

Dunque ormai non solo per collocare sul mercato un oggetto, ma anche per offrire dei servizi.

“Dalla vendita del prodotto finito fisico alla vendita del servizio, alla consulenza fisica. È un elemento determinante e noi lo vediamo anche nel trend di acquisto dei nostri prodotti”.

Durante l’evento è stata inoltre lanciata “Siti Web + Marketing”, una nuova suite integrata progettata appositamente per aiutare le piccole imprese, ed InSight che offre alle piccole imprese un piano d’azione basato sulla scienza dei dati.