Goletta verde 2012: Calabria, Liguria e Campania i mari più inquinati

Dopo due mesi di campionamenti e analisi, si conclude Goletta verde 2012, la campagna di Legambiente che fa il punto sullo stato di salute dei nostri mari. La classifica dei mari meno puliti vede nei primi tre posti, Calabria, Liguria e Campania mentre le acque più incontaminate sono quelle di Sardegna e Toscana.

Quest'estate Goletta Verde di Legambiente, ha condotto 205 analisi microbiologiche scoprendo ben 100 prelievi fortemente inquinati. L'86% dei campioni "positivi" sono stati prelevati alle foci di fiumi, torrenti e canali, ma anche nei pressi di scarichi di depuratori mal funzionanti.

Quali sono i mari più inquinati secondo la campagna 2012?

A guidare la classifica del mare meno pulito è la Calabria, con 19 prelievi fuori legge  su un totale di 24, uno ogni 38 km di costa.  Secondo posto per la Liguria, con 15 punti inquinati su un totale di 18 e una media di un campione inquinato ogni 23 km di litorale. Al terzo posto la Campania con 14 prelievi fuori norma su 20, uno ogni 34 km di costa. Il Lazio va in quarta posizione, con 13 punti inquinati su 15, uno ogni 28 km di costa.

Detta così, verrebbe voglia di rinunciare al rituale estivo del bagno in mare, ma per fortuna l'Italia ha ancora delle regioni virtuose dove tuffarsi non nasconde inside.

I migliori risultati sono quelli di Sardegna, con un solo punto critico ogni 433 km di costa, e Toscana che ne conta uno ogni 200 km. In Emilia Romagna, i biologi di Goletta Verde hanno registrato solo un valore fuori norma in tutta la costa. C’è da dire che in quest'ultimo caso i dati potrebbero essere  stati falsati a causa dei numerosi fiumi in secca. Anche il Veneto è risultato in buona salute con un solo campione risultato fortemente inquinato.

Ecco la mappa dei mari italiani, di Goletta Verde 2012.



Le zone in rosso sono fortemente inquinate, in giallo ci sono le zone inquinate e in blu quelle entro i limiti di legge.

Ma quali sono le cause del forte inquinamento?

Sul banco degli imputati, secondo Legambiente, la mancata o inadeguata depurazione dei reflui fognari. In tal senso le regioni peggiori per numero di abitanti sono: Sicilia, con quasi 4 milioni e mezzo di cittadini non adeguatamente serviti;  Lazio che ne conta più di tre milioni e Lombardia che ne registra quasi 3 milioni.

Un problema ambientale e sanitario che sta per diventare anche economico.

A fine luglio è arrivata la condanna all'Italia, con relativa multa, da parte della Corte di giustizia europea. Il motivo è il mancato adeguamento, da parte 109 agglomerati urbani medio grandi, alla direttiva europea sul trattamento delle acque reflue. Sono Sicilia e Calabria a ospitare il maggior numero di comuni fuori legge: 59 comuni siciliani, pari al 54% del totale dei comuni oggetto nella sentenza e 18 calabresi, pari al 17% del totale.

Ne parleremo oggi a ClassMeteo Show, in onda alle ore 17:10 su ClassTV (canale 27 del digitale terrestre). Ospite della puntata Serena Carpentieri, responsabile di Goletta Verde.

Paolo Celentano
pcelentano@class.it
Riproduzione riservata

Ricerca

Le notizie del giorno